Viaggio nel mondo creativo del designer Gwenael Nicolas (galleria fotografica)

Viaggio nel mondo creativo del designer Gwenael Nicolas (galleria fotografica)

“Dimentichiamo la parola ‘lusso’. Non è mai un marchio che mi viene in mente ma il responsabile di un marchio. Ci sediamo a tavola e parliamo. È così semplice. Quando devo discutere del design, chiamo l’agente stampa di Fendi o Dolce & Gabanna e parliamo di piccole cose come i dettagli di una sedia”; spiega Gwenaël Nicolas che ci dà un suggerimento su come deve essere o come progettare uno spazio di vendita di lusso. Negli ultimi venti anni il designer francese ha lavorato per entrambi i più grandi marchi del lusso e ha creato disegni originali nel suo giapponese Curiosity Studio. Ha ripercorso con Living It i suoi grandi progetti che spaziano in ogni dimensione e intenzione.

1. Dolce & Gabanna, Monte Napoleone, Milano, 2016. Fonte: Curiosity Studio.

“Quando si lavora con i marchi, bisogna pensare a due approcci: uno è l’evoluzione l’altro è la rivoluzione. Questa è l’evoluzione: una visione di un design influenzato dalla dinamica del marchio, dalle sue radici ma anche dalla sua relazione con il contesto, il tempo e il luogo.”

2. Palazzo Fendi Largo Goldoni, Rome, 2015. Source: Curiosity Studio.

3. Dolce & Gabbana Aoyama Store, Tokyo, 2016. Fonte: Curiosity Studio.

“Quando si lavora con i marchi, bisogna pensare a due approcci: uno è l’evoluzione l’altro la rivoluzione. La rivoluzione è basata su idee totalmente sconnesse rispetto all’attuale immagine del marchio, ma deve mostrare il suo potenziale. È un nuovo punto di partenza che aiuta a tutelare l’immaginazione di tutti e liberare dalle idee preconcette”.

4. Dolce & Gabbana Aoyama Store, Tokyo, 2016. Source: Curiosity Studio.

5. Louis Vuitton Townhouse, Ground floor, 2013, Selfridges, London

Lo show room di Louis Vuitton, Townhouse, ha il primo ascensore a vetro doppio elicoidale al mondo per collegare i tre piani e magnificare l’imponente scalinata.

6. AD INTERIEURS 2015, September 5-20, 2015, Palais d’lena, Paris

“Perché una sedia dovrebbe sembrare una sedia quando non la usi? Invece di riprogettare la stessa tipologia possiamo immaginare un diverso atteggiamento verso gli oggetti. Mi avvicino a un nuovo oggetto o mobile con la domanda: questo oggetto puo’ esistere o no? Se sì, mi chiedo quale sarà la sua esistenza e la sua presenza in una situazione diversa. L’idea è quella di avviare la rivoluzione della nostra cultura e stile di vita come ho fatto nei progetti AD e Milano Salone”.

7. Monde Parallèle, Salone Del Mobile, 2016

8. Curiosity Essence Perfume Bottle. Hand-blown glass bottle.

Gwenael Nicolas ha dato una intervista esclusiva a Living it: “qui puoi scoprire di piu’ su questo designer”:http://it.livingit.euronews.com/2017/03/23/non-si-cura-la-curiosita-lo-afferma-il-designer-francese-gwenael-nicolas-a.