Charlie Ingham, la designer dietro al marchio SohoBespoke

Charlie Ingham, la designer dietro al marchio SohoBespoke

5 passi. Questo il percorso che termina con un paio di occhiali su misura di SohoBespoke aka Charlie Ingham. Lo capisci dall’inizio che si tratta di un designer di occhiali serio. Nell’incontro preliminare prende le misure di ciascun angolo del volto con diversi strumenti.

Ingham è una designer inglese, ma cresciuta in Belgio, con un passato in storia dell’arte, cinema brasiliano e film sulla moda. Cosmopolita e libera ha deciso di stabilire il suo ufficio nel “The Century Club”, un club privato nel West End londinese dove incontra i clienti.

“Poco dopo i vent’anni, ho iniziato a lavorare nel weekend per Cutler & Gross, uno degli ottici migliori in Gran Bretagna. Tony Gross mi ha preso sotto la sua ala e mi ha chiesto di gestire il negozio vintage del marchio. E’ stato fantastico riuscire in una cosa simile quando si è molto giovani, così ho lasciato il mio lavoro nel cinema brasiliano e sono diventata una specie di specialista delle montature in stile vintage”, ricorda Ingham.

E’ anche un’accanita collezionista – sempre a caccia di modelli del passato trovati nei mercatini parigini e in posti top secret, dei quali non può rivelare gli indirizzi. “Certe persone che fanno parte del business mi ucciderebbero se li rivelo”, ha detto con un sorriso.

Ingham cita gli occhiali di Philippe Chevalier, il marchio austriaco Silhouette e le creazioni di Pierre Marly, come le 3 più grandi ispirazioni dietro ai suoi modelli. Il resto lo si può vedere sull’account instagram @soho_bespoke dove si vedono foto in bianco e nero di personaggi famosi che indossano occhiali davvero originali.

“Tutti gli occhiali SohoBespoke sono prodotti a mano nel Regno Unito. Sebbene l’arte del creare montature è meravigliosa, si tratta di una pratica che sta morendo. Un tempo era qualcosa che si passava di generazione in generazione, ma questo non accade più ormai.Quando è arrivata l’NHS (il servizio sanitario pubblico) la richiesta di nuovi occhiali è aumentata e i produttori non riuscivano a farne abbastanza. Hanno iniziato a spostate la produzione in Italia e Francia. Oggi ci sono solo due fabbriche che sono rimaste e forse 3 persone di un’età intorno ai 70 anni che riescono a realizzare montature fatte a mano.Sto cercando di trovare nuovi frabbricanti”, ha spiegato Ingham.

Ha scelto uno dei suoi creatori di montature, come protagonista del video qui sotto:

SohoBespoke – Marcel from SohoBespoke on Vimeo.

Nel corso della sua carriera, Ingham ha disegnato montature per marchi dell’alta moda tra cui Oliver Goldsmith, Claire Goldsmith, Roland Mouret, McQueen… ma presto si è resa conto che “quando crei una collezione per i grandi marchi, ti trovi a disegnare per un volto dalla forma media.Ciascuno ha una forma del volto completamente diversa e siamo stati abituati a disegnare degli occhiali che si, stanno bene addosso ma non esattamente. Non sono perfetti”.

Per la designer la perfezione è un mantra: “il mio obiettivo finale è di rendere le persone felici di svegliarsi al mattino pensando di indossare i loro occhiali e giusto per darvi un’idea Elton John è uno dei miei clienti!”, ha concluso Ingham.

Per sapere di più su SohoBespoke visitate il sito per scoprire gli indirizzi preferiti di Charlie Ingham a Londra e Parigi.